sabato 28 aprile 2012

La crescita per decreto



"Misure per la crescita", è il nuovo mantra mistico in voga sui mezzi di (s)comunicazione di massa. Lo ripete Casini, lo ripete Alfano, lo ripete Bersani. La colpa fu anche di Monti che iniziò a far vedere la carota della parola "crescita" mentre aumentava le tasse e tagliava le pensioni.

Già perché per eletti ed elettori crescita significa sostanzialmente spesa pubblica. Ma forse bisognerebbe pensare a dargli un altro significato. Anche perché o non ce ne sarà o se ci sarà, vi si accompagnerà la bancarotta ...

E poi per fare manovre di "crescita" aumentando la spesa pubblica andava benissimo Cirino Pomicino ...

2 commenti:

Corrado ha detto...

E invece la spesa pubblica serve, se fatta bene http://www.gustavopiga.it/2012/il-destino-degli-eroi-della-politica-economica/

riccardos ha detto...

quindi dovrebbero almeno il coraggio o l'onestà di dire: e ora più spesa pubblica ...
solo che l'istante dopo gli interessi schizzano alle stelle (e l'italia va alle stalle).
A me pare che tutti manchino di un po' di "fantasia" ... e di coraggio. Tipo dire: bhe ora per la crescita bisogna che vi diate da fare, non possiamo mica imporla per decreto. (vedi post successivo ...)