lunedì 27 giugno 2011

TAV ?



Ora il nuovo fronte alla moda è quello dei no-TAV, e gira questo video di Travaglio che trovo sia pura propaganda privo di qualsiasi base logica, dato o argomentazione.

In ordine sparso dice: 1) la TAV non serve, senza dire perché; 2) gli appalti sono poco limpidi, il che non è un problema per l'opera in sé, è come dire che siccome qualcuno potrebbe lucrarci impropriamente, allora non facciamo nulla; 3) gli italiani sono contrari "a questo modello di sviluppo" e un referendum direbbe di no, non dicendo cosa intenda per questo modello di sviluppo (non chiediamo poi che ne proponga un altro, ognuno si tiene i prodotti che produce? torniamo in pratica all'epoca pre-commerciale?), né tantomeno basando su qualcosa la presunta contrarietà degli italiani all'opera pubblica (solo perché sarebbe un altro no a questo governo allora passerebbe con tranquillità?).

Ora, non conosco i dettagli dell'affaire per poter argomentare in modo puntuale sui pro e sui contro, ma ingenuamente noto che, per esempio, in Francia la rete di alta velocità ha praticamente soppiantato il trasporto aereo nazionale e ci si sta arrivando anche per i collegamenti con Belgio, Olanda e Germania. Con quel tunnel non si avvicinerebbero Parigi e Milano? Non diventerebbe un sostituto dell'aereo? Per gli ecologisti che protestano, allora al ferro preferiscono il cherosene? Dicono che non serve? Mah, io ho visto sempre tanti TIR al Monte Bianco e al Frejus, girano per le montagne per sport e lo farebbero anche con un sistema di trasporto merci basato sul treno?
Non so, nessuno, come al solito, utilizza argomenti logici e basati su dati, in particolare in questo caso gli oppositori. Che sono, ancora in ordine sparso, contro 1) perché sono contro Berlusconi, 2) perché non vogliono il cantiere sotto casa (un po' come quelli delle discariche), 3) perché fare un'opera pubblica porterà soldi a qualcuno illegalmente (ma il mio sospetto è che non gli piacerebbe neanche se questo profitto fosse cristallino e senza "turbative d'asta", per usare un termine che piace molto a Travaglio).

Insomma, probabilmente il mondo se ne frega se si fa o no la Torino-Lione. Perché la strada ferrata che dovrebbe collegare l'occidente con l'oriente del continente europeo può prendere anche un'altra strada. E l'UE ci risparmierebbe pure perché non darebbe i soldi all'Italia per fare una cosa che, nella migliore delle ipotesi, sarà pronta in un tempo doppio di quello impiegato mediamente dagli altri. Finché prendere l'aereo sarà relativamente economico i "no-tutto" continueranno ad essere sempre contro ogni cosa diversa dallo status quo. Poi si vedrà.

P.S. mentre scrivevo questo post mi segnalano questa serie di video tendenzialmente critici ma "critici razionalmente", che è già qualcosa. Anche se restano le mie perplessità strategiche.

11 commenti:

marcocampione ha detto...

ma allora non sei un pericoloso comunista :-)

riccardos ha detto...

:)

Corrado ha detto...

ma no, Riccardo è un pericoloso comunista, ma un comunista di quelli moderni. Ricordi il detto: il comunismo è soviet più elettrificazione?

Anonimo ha detto...

Ciao.Devo dire che critichi le motivazioni dei no alla tav, perchè superficiali, privi di contenuto, ma vedo che lo sono altrettanto i tuoi si, anche se ci metti tanti non so, ma comunque esprimi un'opinione(legittima!)!!La Francia ha un aspetto geofisico parecchio diverso dalla nostra Italia, almeno dove hanno fatto l'AV,(mi pare che sulla to-mi non ci siano state grosse proteste, o sbaglio ?)Parli degli ecologisti che preferiscono il cherosene al ferro, e poi parli di TIR al Monte Bianco/Frejus, ma i treni AV, tgv,freccia rossa, ICE ecc, portano le MERCI ???Pensi che sull'av to-mi di recente realizzazione passino i treni merci??Sai che tensione di alimentazione usano le linee AV, e quelle tradizionali dove viaggiano i merci ???Purtroppo in Italia siamo stati asfissiati da opere faraoniche assolutamente fatte con i piedi, e la Val di Susa ad oggi è un esempio di queste cose(vedi interporti)....pertanto comprendo benissimo se ad oggi alcuni non si fidano assolutamente di un ulteriore opera (diversi anni di cantiere non sono uno scherzo), soprattutto quando la linea esistente è assolutamente sottoutilizzata sia a livello merci che passeggeri.Parli di quelli che non vogliono le discariche, (tralasciamo i rifiuti radioattivi), ma tu li vorresti ??Se è vero che dentro quelle montagne c'è davvero amianto, tu lo vorresti respirare ??Credi davvero che ci sia un interesse europeo a tagliare fuori la pianura padana dove c'è un pil elevato??Capisco la necessità di futuro e modernità, ma comprendo anche chi stufo di troppe furberie dice basta, soprattutto quando riguarda la sua zona, e pertanto mi viene difficile criticarli...tranne che sull'uso della violenza.Pertanto se i motivi dei no sono superficiali, vorrei sentire dei motivi per il si, che non siano altrettanto superficiali


bye (ops!!)cerea nè, mark!

riccardos ha detto...

mark, si possono avere idee e pensieri con dubbi? o bisogna solo avere delle certezze assolute alla travaglio?

Per le merci non so. Sicuramente si potrebbe già da ora usare più ferro che ruote. Forse lo potremo fare quando la fiat se ne andrà in usa ...

Per i passeggeri parlo da utente. Della Francia è inutile dire. Non sono così convinto sulla motivazione di morfologia diversa in Italia. Il frecciarossa diretto Milano-Roma è già competitivo (e meglio) dell'aereo. Credo che, anche se diversamente dalla Francia, più tipo la Germania direi, si potrebbe installare una rete su ferro che soppianti in ambito nazionale l'aereo, e pure per alcune tratte internazionali.

E vale sempre la famosa sindrome nimby ;)

Anonimo ha detto...

Mmmmm.....non credo tu abbia inteso ....volevo solo sottolineare come la tua critica verso le motivazioni superficiali dei no, espone le argomentazioni dei si anche in maniera ugualmente leggera.Ecco perché su un argomento così complicato, non mi sento di criticare chi si oppone, dato che i media sono tutti protav e pertanto ci condizionano(anche inconsciamente).Purtroppo ci manca la credibilità nei progetti, smenata in anni di politica "farfallona", e difficilmente recuperabile.

Ps: la mi-Roma ha bucato gli Appennini in zona Mugello creando moltissimi problemi agli abitanti, stando a diverse indagini giornalistiche(ad esempio ha modificato e prosciugato alcune falde acquifere, prosciugando addirittura alcuni corsi d'acqua, ecc)

RiCerea nè, mark ;)

riccardos ha detto...

"non credo tu abbia inteso ....volevo solo sottolineare come la tua critica verso le motivazioni superficiali dei no, espone le argomentazioni dei si anche in maniera ugualmente leggera."
avevo inteso :)

non volevo addurre alcuna motivazione tecnica generale ma principalmente da utente ... e la mi-roma per mia esperienza diretta direi che è una delle poche cose recentemente fatte in italia che funzionano (o almeno così era nel 2009).
Per dirla in una parola, in Francia, Germania, BeNeLux, il sistema è molto utile e pratico e sostituisce l'aereo. In Italia perché non si può? Per la nimby di val di susa? ...

Anonimo ha detto...

Se vuoi parlare solo da utente, allora tutto si può fare!Ti ho esposto le mie perplessità in merito al fatto che in val di susa ci sono zone già ipermartoriate da autostrade e ferrovie(assolutamente poco sfruttate rispetto alle potenzialità) pertanto posso capire la sindrome nimby che hanno i notav valsusini(oltretutto quando si sa che dentro quelle montagne ci sono sostanze poco salutari).

Non mi piace fare il "frocio con culo degli altri", tutto qui.

RiRiCerea nè, mark

luca ha detto...

questa si che è una frase foriera di informazione!

Flavia ha detto...

Ciao Riccardos, ti ho conosciuto grazie al blog di Marco Campione : bravo per questa pagina, chiara che serenemante cerca di illuminarci sul blocco italiano alla TAV.Vivo a Parigi ed a Dresda, e puoi immaginare come quello che dici non solo è verissimo, ma manca disperatamente all'Italia. PS: quanto alla ricchezza naturale delle terre in amianto o radon ed uranio, come la Sassonia in cui vivo quando sono in Germania: la disinformazione è TOTALE. Gli italiani no-tav cercano le tracce di questi elementi nello scavo del tunnel, ma permettono 40 volte di piu' che siano irradiati per una normale tomografia, o radiografia...Qui dicevo in Sassonia, la valle di Dresda del fiume Elbe è risultata tra le piu' ricche del mondo in Radon ed Uranio : cosa facciamo?Ci spariamo direttamente, o copriamo la valle dell'Elbe con una bella montagna di sabbia, perchè qui vi hanno scavato non solo tracciati di una rete di collegamenti incredibilmente folta ed efficente, ma hanno scavato pensa te, anche tunnel per attraversare i Monti Metalliferi...Siamo tutti predestinati a morire intossicati? No: perchè a quanto pare la regione di Dresda detiene anche il record di floridità di salute! Qui l'età media è di 43 anni, perchè gli anziani arrivano come nizente agli 80 anni: forse perchè la loro qualità di vita è migliore rispetto a chi non infrastrutture pubbliche come in Italia????

riccardos ha detto...

grazie a te flavia!
spero ripasserai da queste parti anche in futuro. In estate lo aggiornerò con un po' meno regolarità, per ovvi motivi ... ma poi si ricomincia!