lunedì 8 giugno 2009

Verde Francia

Se il buon giorno si vede dal mattino, oggi c'è il sole e la Francia è forse l'unico paese dove si è affermata una forza europeista (o meglio una forza guidata da uno dei più convinti europeisti, Dany Cohn-Bendit). Stranamente (e per fortuna) qui non hanno vinto i nazionalismi ma le idee visionarie.
I dati al mio seggio chiaramente non potevano essere rappresentativi di tutta la Francia, che se Europe Ecologie avesse avuto al livello nazionale più voti dell'UMP allora veramente bisognava andare in piazza a festeggiare ;)

Ora mi riprendo, attendo con ansia Ivan (che rischia di essere anche sto giro il primo dei non eletti), esco e mi leggo integralmente Libé (version papier).

1 commento:

Michele Amitrano ha detto...

"E' vero che l'Europa si è spostata a destra. Ma è anche vero che ci sono dei segnali nuovi su cui bisognerà ragionare e su cui la sinistra dovrà provare a costruire. Il successo dei verdi in Francia, che si accompagna alla corsa dell'Ump, fa dei nostri cugini francesi della gente dall'intelligenza dinamica. Come si fa a non notare la simultanea affermazione dei verdi Oltralpe e la scomparsa degli stessi in Italia? Qualcuno ha sbagliato, e questo qualcuno è la dirigenza verde "romana". E' ora che cambino mestiere"

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=113&ID_articolo=564&ID_sezione=&sezione=