domenica 29 marzo 2009

Avviso ai naviganti

All'aeroporto internazionale di Houston (che si chiama George Bush, se vede che non so' napoletani) ci sta Wifi gratis.

Ora il Duce c'è

Se mancava la conferma, questa è arrivata con il congresso del Partito del Popolo di Berlusconi, ovvero nulla di diverso sostanzialmente dal Partito Nazionale Fascista.
Ha un capo indiscusso, ha una retorica roboante, non ha "ideologie parassitarie", esporterà il genio italico per mare e per monti.
Gli italiani paiono contenti.
Siccome non siamo più nel politically correct, ad un certo punto "CAZZI LORO", come dicono ad Oxford ...

sabato 28 marzo 2009

Geni di strategia e comunicazione

Certo che sono proprio dei pirla quelli del PDL a fare un congresso a ridosso di europee e amministrative! Quelli del PD invece sì che la sanno lunga in strategia e comunicazione, quindi il congresso si fa ad elezioni fatte (e perse magari ...).

Douce France

Su twitter ci sono alcune spezzoni allucinanti dei dirigenti del PDL. Ne riporto tre:

Gasparri: "Al Senato abbiamo fatto una legge che difende la vita, non si può far vincere il relativismo. I principi non si modificano". Saldo nei suoi principi fascistissimi il buon gasparri ..

Alemanno: "Va garantita agli immigrati la possibilità di tornare nel proprio paese, non come i nostri emigranti che non sono potuti tornare". Eh??? Ma che sta a di' ???

Carfagna: "Lo diciamo chiaramente: la famiglia è la base su cui si fonda la società e non si può equiparare a nessuna unione alternativa". Ma Veronica che dice?

al di là delle facili battute sono veramente allucinanti ... forse negli anni '50 si potevano dire certe cose senza coprirsi di ridicolo. Ma dev'essere la stessa moda del vescovo di Orléans ...

Con dedica

ai legislatori bigotti

E pensare a quel che ha fatto per la tua educazione, buone scuole e poca e giusta compagnia, allevata nei valori di famiglia e religione, di ubbidienza, castità e di cortesia

venerdì 27 marzo 2009

Aggiornamento da Orléans

Poi c'è chi si vuole far coprire di ridicolo, se non fosse che l'ignoranza dilaga.

Un vescovo francese dice: "Tutti gli scienziati lo sanno, il virus dell'Aids è infinitamente più piccolo di uno spermatozoo. Questo significa che il preservativo non garantisce al 100% contro la malattia".

Ricordiamo al caro vescovo che un virus è molto più grande di una molecola d'acqua, la quale non passa attraverso nessun preservativo (forse passa attraverso i suoi, o non ci ha mai giocato a gavettoni?), e pure la sua massa quindi anche la probabilità quantistica (quella della pallina di qualche post fa ...) diminuisce di parecchio.

p.s. ringrazio tc per la segnalazione.

Distorsioni papali

In italia ovviamente si butta tutto in opinioni e dichiarazioni "a panino".
Poi magari qualcuno da fuori, dopo i francesi, dice cose ovvie e sensate, l'ultima Lancet sempre a proposito del'HIV:

"Il Papa ha pubblicamente distorto le prove scientifiche per promuovere la dottrina cattolica sul tema. Non è chiaro se l'errore del Papa sia dovuto ad ignoranza o se sia un deliberato tentativo di manipolare la scienza per appoggiare l'ideologia cattolica. Ma quando quasiasi personaggio influente, sia una figura religiosa, sia politica, fa una falsa affermazione scientifica che potrebbe avere conseguenze devastanti per la salute di milioni di persone, questi dovrebbe ritrattare o correggere la linea"

Mi che al b16 la scienza dia fastidio, come qualsiasi espressione di libero pensiero, non e' una novita'.

Sole, orari e magia

Com'è strano oggi il sole
non si fa scuro chissà perché
forse la sera non verrà
a uccidermi ancora
ha avuto pietà solo ora
Per pietà della mia mente che se ne va
il giorno aspetterà
per me si fermerà un po' di più
vedo già foglie di vetro
alberi e gnomi corrersi dietro
torte di fiori e intorno a me
leggeri cigni danzano
a che serve poi la realtà.

Effettivamente

si faceva notare una cosa ovvia, ma non troppo, che riporto:

vorrei precisare che se lancio infinite volte una pallina da tennis contro un muro, anche se la probabilita' che lo attraveri non e' nulla, questa cavolo di pallina mi tornera' sempre indietro... E che diamine !


non c'ha tutti i torti ... è proprio vero che il mondo è strano.

giovedì 26 marzo 2009

mercoledì 25 marzo 2009

Onestà intellettuale

"Non abbiamo mai detto - spiega il portavoce del ministero degli Esteri francese chiamato in causa proprio dalla dura reprimenda di Bagnasco - che il preservativo è l'unica soluzione del problema. Ce ne sono altre, l'assistenza medica, quella sociale, i test per individuare la presenza del virus, il sostegno psicologico. Ma il preservativo fa parte di questi elementi di risposta. Tutti i discorsi che vanno in direzione diversa, fatti in più da una persona che ha enorme influenza, vanno contro l'interesse della salute pubblica".

Così per ricordare che non tutti si fanno prendere dalla gazzarra delle dichiarazioni come in Italia.

domenica 22 marzo 2009

Meravigliosa

E' normale che sembrava tutta bellissima la musica anni 70-80 ?
Bhe proprio tutta no, però insomma ...

Gli originali ...

però che gusto e stile, sono meravigliosi !

Grandi !

Morto il re, viva il re!

Se mi avessero detto che il MSI-AN chiudeva, non ci avrei creduto per prima cosa, e poi ne sarei stato felice.
Invece non è così, forse perché il PdL è più realista del re, è realmente un partito fascista moderno.

sabato 21 marzo 2009

Stupri di razza

“Anche per noi ebrei cominciò così. Le autorità e i giornali cominciarono ad attribuirci i crimini più odiosi: lo stupro, l'infanticidio, il complotto contro gli ariani, l'avidità, la pratica di rituali depravati. Le SA e le SS inscenarono brutali delitti la cui responsabilità fu fatta ricadere su ebrei innocenti, anche rabbini, scatenando terribili pogrom e istigando nella popolazione europea sospetto e odio contro un intero popolo. I Rom sono ancora vittime di questa strategia razzista, perché alcuni dei Paesi più ricchi dell'Unione europea, a partire dall'Italia, preferiscono eliminarli fisicamente, anno dopo anno, piuttosto che favorirne l'integrazione. La condizione dei Rom in Italia è uguale a quella degli ebrei nei ghetti lituani e polacchi durante gli anni del nazismo. Io mi sento molto vicina ai Rom e so cosa stanno passando”.

Tamara Deuel, sopravissuta all'Olocausto in Lituania.

Ora accade in Italia.

venerdì 20 marzo 2009

Organizzazione

Dice bene Roberto, il PD sembra in mano a dei dilettanti. E dall'altra parte sono dei super-professionisti dell'organizzazione.

Vola alto

Gianluca sul blog de iMille vola molto alto, centra un problema fondante. C'e' sempre un po' il timore che queste riflessioni restino poco ascoltate (e forse poco capite?).

Stop al politically correct

prendendo spunto dall'ottimo post di tommaso, forse direi che dovremmo iniziare a capire che il politically correct, il dover sempre dire la cosa giusta, garbata, argomentata, razionale, che non dispiace a nessuno, è una grande cazzata.
Così faccio una lista di pensieri "politically incorrect" che mi vengono ora in mente:

1) Il papa è uno stronzo, frustrato e sessuofobo, nonché reazionario e veterofascista. Se potesse scomparire all'istante e con lui tutta la chiesa cattolica ne sarei sanamente felice.

2) L'incontro con i cattolici in politica è solo un tentativo giusto di pijare i loro voti, di far votare a sinistra chi non avrebbe mai votato il PCI, un metodo vetero-stalinista in parte riuscito, peraltro.

3) Il mondo è di tutti e il concetto di nazionalità e quindi di immigrazione clandestina sono una cosa che mi urta e che combatterò per sempre irrazionalmente.

4) Cuba, Fidel Castro e Che Guevara restano un mito, a prescindere. Hasta la victoria, siempre!

5) Se vedi un punto nero spara a vista, o è un carabiniere, o è un fascista (se sei fortunato è anche ministro di questo governo). Potrebbe anche essere un prete, in quel caso prendi la mira raso muro.

Per stasera (ora del texas) penso possa bastare.

lunedì 16 marzo 2009

Post

Era il mio turno, trovate quello che ho scritto ispirato dal libro di Paolo Rossi sul blog de iMille.

domenica 15 marzo 2009

Marzo texano

Girando per il Texas non si ha poi sempre tempo per pensare alle cose italiane e a questo blog. Troppo impegnato a fare foto ... e nuove ne arriveranno ...